COSA CAMBIERÀ ?

A partire dalla prossima stagione (2017/2018), per la quale la SFL ha confermato il contratto con la CT Cinetrade SA estendendolo per quattro ulteriori stagioni, le partite saranno così scorporate:

  • Sabato, ore 19:00 – 2 partite
  • Domenica, ore 16:00 – 3 partite di cui una in diretta sulla TV pubblica

Avremmo personalmente da ridire sulla scelta dell’orario per le partite del sabato sera, opteremmo infatti per il mantenimento dell’orario attuale, ossia le 20:00, ma evidentemente tutto non si può avere.


L’OPINIONE

Ce lo eravamo auspicato per parecchio tempo, ed ora qualcosa si è mosso; dalla prossima stagione chiude il teatrino delle partite la domenica alle ore 13:45!

Di quelle partite disputate nei mesi di luglio ed agosto durante le quali degli atleti professionisti sembravano costretti a 90 minuti di tortura nell’afa estiva, di quelle partite durante le quali gli spettatori rischiavano un insolazione per applaudire questi poveri 22 disperati che, lottando contro la disidratazione, cercavano di offrire nonostante tutto uno spettacolo di qualità.

Un grande passo avanti per i club, per gli spettatori e specialmente per i giocatori.

Di quelle partite disputate nell’orario della pennichella pomeridiana nei rigidi giorni d’autunno, quando quello che forse più necessiterebbe sono due passi con Fido piuttosto che l’ormai ricurvo divano dove i segni del tele-dipendente sono ben marcati.

Porterà più gente allo stadio ? Crediamo di sì, anche se forse non ovunque; la Super League ovviamente dovrebbe anche intervenire a fondo per ridare interesse ad un campionato che, complice il dominio assoluto del Basilea, ha ormai perso molto del suo interesse per le squadre, ed i loro sostenitori, che sognano posizioni di vertice.

Porterà più gente davanti alle TV ? Ne siamo convinti. Pur considerando la contemporaneità di altri campionati nella giungla delle pay TV, dove ormai possiamo seguire ogni squadra del pianeta, incluso un interessantissimo Liaoning Whowin vs Yanbian Fude nel pieno della notte, siamo convinti che l’appassionato continuerà a preferire la sua squadra del cuore rispetto al big match di turno dei principali campionati Europei. Per pura e semplice passione.

Poi certo, magari si rischia di pagare un pò dazio sul mercato estero, ma evidentemente i risultati ad oggi ottenuti non devono essere stati eclatanti se la stessa produzione decide di spostare le partite ad orari più consoni per una partita di calcio, pur se essi si scontrano con la contemporaneità di altri campionati più “quotati”.

CONCLUSIONE

Siamo personalmente contrari ad ogni tipo di spezzatino, specialmente se servito all’orario di pranzo. Semplicemente ci va indigesto, come abbiamo già avuto modo di esprimere parecchie volte.

Ci sarà chi obietterà con questa scelta della SFL e dei loro partners; noi personalmente la applaudiamo con convinzione! Lo riteniamo un piccolo grande passo avanti.