TOP

FC Losanna

Per la seconda settimana consecutiva, il Losanna è il TOP!

Assolutamente meritato, la prestazione messa in scena contro il Lugano nella sfida tra rivelazioni, è stata da applausi; concentrati, belli a vedersi, concreti, precisi… gli uomini di Celestini hanno fornito quella che probabilmente è la loro migliore prestazione stagionale, ed al momento attuale sono senza ombra di dubbio la squadra che gioca il miglior calcio di Super League.

 

FLOP

FC Basilea

Un punto perso per strada, di certo, può starci, ma in casa, e contro il fanalino di coda, no!

Il Basilea sembra aver sofferto dal punto di vista psicologico la batosta, a livello di gioco, subita durante la settimana a Londra contro l’Arsenal, ed è parso incapace di trovare le motivazioni per calarsi nella “piccola” realtà della Super League.

Il pareggio giunto in extremis non è il giusto premio per una partita giocata “a tutta” e decisa dalla sfortuna, ma l’ingiusta punizione ad un avversario che sul campo ha dato tutto.

I PERSONAGGI

+

Daniel Lopar (FC San gallo)

Allo Stade de Suisse si è vista la versione migliore di Daniel Lopar!

Poche le colpe sui gol concessi agli avversari, ma si possono contare parecchi interventi assolutamente decisivi ed alcuni anche spettacolari.

Spesso gli viene contestata, giustamente, l’alternanza di prestazioni eccezionali ad altre catastrofiche… di certo la partita di Berna, entra nel primo gruppo!

+

Moussa Konaté (FC Sion)

“Per un attaccante, il gol è tutto!”.

Frase perfetta per l’attaccante dei Vallesani. Sino ad oggi quasi indisponente, gli è bastato un gol (bellissimo tra l’altro) per sbloccarsi e disputare una partita di alto livello. Da applausi anche il passaggio che ha permesso a Assifuah di realizzare il provvisorio 2-4; l’altruismo dimostrato, conferma quanto a volte, semplicemente un gol, è in grado di cambiare la vita di un attaccante.

Urs Fischer (Allenatore FC Basilea)

Perdere punti, ci mancherebbe, può capitare. Ma la leggerezza con la quale i suoi uomini hanno affrontato il fanalino di coda Thun è un offesa ad una Super League già privata del suo interesse dato il “gap” generato proprio dai Renani. Non crediamo di essere in errore se affermiamo che il Basilea ha letteralmente sottovalutato il Thun, ed in questi casi è l’allenatore a dover motivare a sufficienza i suoi uomini.

Il campionato, è praticamente già vinto, ma l’opportunità di stabilire strepitosi ed irripetibili record sarebbe qualcosa che farebbe entrare nella storia del club il buon Urs, che già non poco ci ha messo per farsi accettare da una piazza molto restìa verso gli ex Zurigo…

HIT!

26’942 (Basilea, seconda peggior affluenza stagionale), 3’670 (Losanna, peggior affluenza stagionale), 2’750 (Vaduz, peggior affluenza stagionale)…

Il Campionato sarà anche già deciso, ma questo calo di spettatori preoccupa e non può essere semplicemente giustificato con la perdita di qualche grado di temperatura che l’autunno finalmente ci stà regalando.

Addirittura imbarazzante la presenza di spettatori alla Pontaise di Losanna (anche se i tifosi sono certi, erano almeno 4’000); la squadra di Celestini meriterebbe un affluenza ben maggiore in questo momento.

Poi certo, siamo solo ad inizio ottobre ed il Basilea ha già vinto il campionato, piccolo dettaglio… eppure per qualcuno, la Super League va mantenuta a 10 squadre, poco importa se il “gap” tra i Renani e gli altri è destinato unicamente ad aumentare, e se gli spettatori si sentono poco attratti da un campionato dove, se tutto va bene, giochi per arrivare secondo…

IL CANGURO

Grasshopper – 6° –> 4°

IL GAMBERO

Lucerna – 5° –> 7°

Il Canguro ed Il Gambero sono, di settimana in settimana, le squadre che hanno guadagnato, rispettivamente perso, il maggior numero di posizioni in classifica. In caso di parità di posizioni perse/guadagnate, si considererà la posizione più alta (rispettivamente più bassa) raggiunta.