Stiamo lavorando su una nostra statistica avanzata, che abbiamo deciso di chiamare LSindex.

È un work in progress, e sarà nostro piacere proporvela dopo accurati test che ci permetteranno di capire quanto essa è significativa, sul breve, medio e lungo termine.

Al momento attuale, vi proponiamo la spiegazione semplificata di tre statistiche avanzate, che utilizzeremo di tanto in tanto nei nostri articoli.

TSR – Total Shot Ratio (Indice dei Tiri)

Il TSR, letteralmente “Indice dei Tiri”, è una statistica che mostra quanto una squadra riesce ad arrivare al tiro in confronto ai suoi avversari. È una statistica che sul lungo termine si dimostra piuttosto precisa in rapporto ai punti conquistati e alle reti segnate.

Si calcola dividendo i { tiri fatti }  da una squadra per i { tiri fatti sommati a quelli subiti } dalla stessa.

Il risultato che ne scaturisce dice quanto una squadra, rispetto ai suoi avversari, è in grado di arrivare alla conclusione.

Il totale sommando i risultati di tutte le squadre del campionato risulterà sempre essere 0.50 di media, le compagini con un risultato inferiore a questa cifra tenderanno ad essere nei bassifondi della classifica, d’altra parte quelle con un risultato superiore saranno nelle parti alte.

Sul lungo termine, chi ha un risultato molto inferiore allo 0.50, tenderà a migliorare mentre chi ha un risultato molto superiore tenderà a peggiorare.

Utilità:

capire il valore di una squadra, inoltre tendenzialmente dopo solo alcune partite si può già capire il potenziale della stessa sul lungo termine.

 

STR (Shots on Target Ratio)

Il STR, letteralmente “Indice Tiri in Porta”, è una statistica che mostra quanto una squadra riesce a tirare nello specchio della porta in confronto ai suoi avversari. Al parti del TSR, è una statistica che si dimostra piuttosto precisa in rapporto ai punti conquistati, alle reti segnate e di conseguenza alla posizione in classifica.

Si calcola dividendo i { tiri in porta } di una squadra per i { tiri in porta sommati a quelli subiti in porta } dalla stessa. Il risultato che ne scaturisce indica quanto una squadra, rispetto ai suoi avversari, riesce a rendersi pericolosa con conclusioni in porta.

Il totale sommando i risultati di tutte le squadre del campionato risulterà sempre essere 0.50 di media, le compagini con un risultato inferiore a questa cifra tenderanno ad essere nei bassifondi della classifica, d’altra parte quelle con un risultato superiore tenderanno ad essere nelle parti alte.

Sul lungo termine, chi ha un risultato molto inferiore allo 0.50, tenderà a migliorare mentre chi ha un risultato molto superiore tenderà a peggiorare.

Utilità:

capire il valore di una squadra e la sua pericolosità. Permette inoltre approssimativamente di capire la tendenza di una squadra sul lungo termine.

 

CR (CONVERSION RATE)

Il CR, letteralmente “Tasso di Conversione”, è una statistica che mostra quanto una squadra riesce a convertire a rete i suoi tiri in confronto ai suoi avversari. Alcuni lo utilizzano per calcolare la fortuna di una squadra, ritenendo che un risultato inferiore allo 0.50 sia indice di sfortuna, mentre un risultato superiore allo 0.50 sia indice di fortuna.

Si calcola dividendo la { % realizzativa }  per la { % realizzativa sommata alla % realizzativa dell’avversario }.

Tendenzialmente questa statistica per la fine del campionato si avvicinerà allo 0.50 per tutte le squadre, raggiungendo la così detta “media”. Squadre con valori di molto inferiori o superiori a questa cifra, tendenzialmente miglioreranno o peggioreranno.

È una statistica molto comune, in Nord America, ed applicata anche all’hockey su ghiaccio con il nome di PDO.

Utilità:

oltre a capire il valore di una squadra, e poterne pronosticare approssimativamente la classifica finale, questa statistica ci indica quanto una squadra è “fortunata” e se essa è destinata a migliorare o peggiorare.


Il limite di queste statistiche è che convoglia tutte le conclusioni e le conclusioni in porta, evidentemente queste non specificano la pericolosità del tiro stesso (un tiro da 5 metri a lato di un giocatore solo davanti al portiere, è ovviamente più pericoloso di una conclusione da 35 metri al cielo).

E quì, purtroppo, non possiamo fare nulla in quanto le statistiche cui abbiamo accesso sono solamente quelle ufficiali della Raiffeisen Super League; ed in Europa, contrariamente a quanto avviene negli Stati Uniti, statistiche più dettagliate sono “private”.

Evidentemente, qualora il futuro ce lo permetterà, sarà nostro piacere poterci permettere tali statistiche e proporle sul nostro portale per il vostro interesse.

Ad ogni modo, quanto in nostro possesso, è sufficiente per delineare tendenze, e la stagione scorsa ce lo ha dimostrato quando, collezionando tutti i dati stagionali, queste statistiche corrispondevano parecchio con la realtà, sia sul breve che sul medio-lungo termine, con una variante: l’imprevisto! Quello, evidentemente, nessuno può prevederlo, ed è il bello dello sport.